Vaginoplastica: FAQ MtF

1. D: Che durata ha l’intervento di vaginoplastica :

R: L’intervento di vaginoplastica dura solitamente quattro/cinque ore e richiede una degenza media di sette giorni.

2. D: quali sono le tecniche che seguite per l’intervento di vaginoplastica:

R: Le tecniche di Vaginoplastica che proponiamo sono :

– Vaginoplastica conn tecnica del Flap peno-scrotale (più usata) : la neovagina viene ricostruita con cute del pene e dello scroto;

– Vaginoplastica con tecnica dell’Inversione di cute peniena: la neovagina viene ricostruita con il tessuto del pene (Variante sec di Perovic: prevede l’utilizzo di un segmento di uretra per il confezionamento della Neovagina);

– Vaginoplastica tecnica della Colon Vaginoplastica: prevede l’utilizzo di un tratto d’intestino colon per il confezionamento della neovagina.

La scelta congeniale verrà discussa prima dell’intervento anche in base alle caratteristiche antropometriche del paziente .

3. D: quanto tempo prima dell’intervento di Vaginoplastica devo sospendere la terapia ormonale:

R: La terapia ormonale deve essere sospesa almeno 2 mesi prima intervento di Vaginoplastica in accordo con l’endocrinologo che ha in cura il paziente

4. D: Quali sono gli esami da fare pre-intervento di Vaginoplastica:

R: Gli Esami pre-intervento di Vaginoplastica sono :

1) Elettrocardiogramma con visita Cardiologica

2) Rx- Torace

3) Emocromo con formula, PT, PTT, Fibrinogeno, Azotemia, Creatinemia, Sodio, Potassio, Calcio, Magnesio, GOT, GPT, fosfatasi alcalina gamma-GT, HBSAg, HCV Rna

5. D: Cosa devo fare dopo l’intervento di Vaginoplastica?

R: Dopo l’ intervento di Vaginoplastica suggeriamo Collant Antitrombo di adeguata misura Cotone “Dual Suan” o similari

Alla fine dell’ intervento di Vaginoplastica verrano introdotte in vagina garze imbevute di disinfettante che dovranno rimanere in sede per 5 giorni ed un catetere vescicale che rimane in sede per 6 giorni

Il quinto giorno dopo l’intervento di Vaginoplastica le garze verranno rimosse e viene introdotto un tutore vaginale morbido, fisso quasi continuamente e comunque per tutta la notte per 20 giorni.

Dopo l’intervento di Vaginoplastica si eseguiranno lavaggi vaginali quotidiani con Betadine (se possibile con siringa e tubicino di raccordo)

Successivamente all’ intervento di Vaginoplastica si inizia una dilatazione interna con dilatatore rigido con frequenza giornaliera, più volte al giorno, meno di due minuti ed ogni due ore aumentando progressivamente il calibro dei dilatatori di 2 mm ogni 3 settimane) al fine di effettuare la dilatazione vaginale progressiva per i primi mesi.

6. D: Dopo quanto tempo dall’ intervento di Vaginoplastica si possono iniziare i rapporti sessuali?

R: I rapporti sessuali possono essere ripresi mediamente dopo 2 mesi dall’ intervento di Vaginoplastica.

7. D: Il monitoraggio della terapia ormonale dopo l’intervento di Vaginoplastica quando deve essere effettuato?

R: Per quanto riguarda la terapia ormonale , consigliamo al paziente di effettuare una visita endrocrinologica (con monitoraggio della terapia ormonale) una volta l’anno per tutta la vita dopo l’intervento di Vaginoplastica.

8. D: Quali sono le complicanze che possono verificarsi dopo l’intervento di Vaginoplastica:

R: Non è possibile “garantire” un’ottimale profondità della neovagina. Le dimensioni variano da caratteristiche antropometriche diverse da un individuo all’altro e dalla disponibilità di un’adeguata quantità di cute peno-scrotale per ricoprire le pareti della neovagina.

Anche se l’intervento chirurgico di Vaginoplastica dà dei risultati eccellenti in molti casi, non è possibile costruire una neovagina che sia identica a quella femminile.

La neovagina dovrà essere periodicamente autodilatata dalla paziente, per mantenere il risultato operatorio raggiunto; se le dilatazioni non verranno eseguite costantemente ed in modo corretto dalla paziente dopo l’intervento si potrà avere una notevole riduzione in diametro ed in lunghezza della vagina stessa.

Non è possibile quindi “garantire” che le dimensioni della neovagina saranno e/o rimarranno congrue per l’espletamento di un’attività sessuale con penetrazione.

9. D: L’ intervento di Vaginoplastica garantisce una buona sensibilità erogena?

R: Nella maggioranza dei casi il neoclitoride ricostruito con l’intervento di vaginoplastica possiede una sensibilità erogena, ma l’esperienza suggerisce che non tutti i pazienti riescono ad ottenere l’ orgasmo durante il rapporto sessuale anche se molti descrivono un non ben definito piacere.

10. D: La prostata viene rimossa durante l’intervento di Vaginoplastica?

R: La prostata non viene rimossa ma va incontro ad un’ involuzione perche’ il soggetto effettua terapia ormonale.

11. D: Qual è la Clinica a cui facciamo riferimento per effettuare i vari interventi di Vaginoplastica?

R:Le Cliniche a cui facciamo riferimento sono :

1. Clinica PARIOLI Via Felice Giordano, 8 – 00197 – Roma (Rm) http://www.clinicaparioli.it/

2. Clinica VILLA STUART Via Trionfale, 5952 – 00136 Roma (Rm) http://www.villastuart.it/

3. Clinica VILLA MARGHERITA Viale di Villa Massimo, 48 – 00168 Roma (Rm) http://clinicavillamargherita.it/it/

La scelta della clinica, tutte eccellenti, sarà condizionata dai tempi di conferma degli interventi e comunque comunicata prima di effettuare l’intervento.